sabato 25 aprile 2009

arancini




















Gli arancini sono specialità siciliane, al sugo, ai funghi, agli spinaci, in bianco con prosciutto e piselli, ma sempre buonissimi e possono essere preparati in casa con qualche accorgimento. La preparazione è lunga, ma sono buonissimi.
Intanto è necessario il tipo di riso "originario" perché il chicco è piccolo, tondo e si attacca meglio.
Ecco di seguito cosa necessita per la preparazione e il procedimento:
riso originario
cipolla,piselli,carne di vitello a pezzi,passata di pomodoro, provoletta
sedano, carota, pangrattato, olio di semi di arachidi
Cuocere il riso, scolarlo senza gettare via l'acqua di cottura, lasciarlo raffreddare.
Preparare il sugo con la carne a pezzi, facendo soffriggere un trito di cipolla, carota, sedano, aggiungere la carne e lasciarla rosolare appena, sfumare col vino, versare la passata di pomodoro e fare cuocere, aggiungere i piselli e terminare lentamente la cottura.
Quando tutto sarà freddo si potrà cominciare la preparazione degli arancini: con le mani inumidite prelevare un quantitativo di riso, spianarlo sul palmo della mano e deporvi una cucchiaiata di sugo, un pezzettino di carne, piselli, pezzetti di provoletta e richiudere sopra il riso, formando delle ballotte grandi quanto un'arancia.Lasciarle riposare.
Poiché io li ho preparati con ripieni diversi ho dato forme differenti, come si vede dalle foto. Infatti in alcuni ho messo besciamella con prosciutto, piselli e formaggio a pezzetti, in altri spinaci con formaggio e prosciutto.
In una terrina preparare del pangrattato mescolato a qualche cucchiaiata di farina di mais (la polenta).
Dopo avere inumidito delicatamente, con l'acqua di cottura del riso, le ballotte formate, si passano nel pangrattato comprimendo bene l'impanatura e affinché rimanga compatta e aderente, si lasciano ancora riposare un poco , quindi si friggono in olio profondo.
Avrete notato che non utilizzo uova nella preparazione, sia per quanto riguarda l'impasto, che nella panatura.
La farina di mais conferisce alla "crosta" degli arancini quel croccante gradevole tipico degli stessi, infatti devono essere croccanti fuori e morbidi dentro.
Quando gli arancini sono pronti per essere fritti, devono essere lasciati riposare almeno un'ora.

6 commenti:

Rosetta ha detto...

Bella ricetta, lo sai che non li ho mai fatti ?
Noi il fritto lo facciamo poco e quindi questa preparazione rimane sempre sulla carta stampata.
Buona domenica
Mandi

Recuperando ha detto...

Mamma mia!!!!! Io adoro gli arancini!!!!!!!!!
Grazie per la ricetta!!!!

Milù ha detto...

Buonissimi gli arancini!!! Io non li ho mai fatti, ma ho assaggiato quelli preparati da una collega siciliana. Grazie per ricetta e consigli, ciao.

gaby ha detto...

cIAO SERAFINA BELLAS RICETTAS!ADORO CUCINA ITALIANA!

furfecchia ha detto...

L'estate scorsa ero nella tua meravigliosa regione... e ho fatto delle grosse mangiate di arancini... sono troppo buoni!!!

Il Cortile ha detto...

Li avevo fatti una volta ed erano venuti buonissimi e il suggerimento della farina di mais (che mi avevi dato de visu a casa tua) è mitico!! E' ora di rifarli adesso... :-)

Aurora

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...